Si può posizionare il televisore sopra al camino?
C’è il rischio di danneggiare l’apparecchio?

In questo approfondimento spieghiamo nel dettaglio tutto quello che bisogna sapere per un’installazione ottimale e senza rischi.
Per ottenere un risultato efficace occorre mettere in atto alcune accortezze che dipendono da:

  • Dimensioni e potenza del camino
  • Dimensioni del televisore

Prima di illustrare la “ricetta” di che cosa fare, è importante capire perché vanno attuate queste accortezze.
Bisogna capire, quindi, come fa un camino a scaldare l’ambiente:

CONCETTO FONDAMENTALE:   L’aria calda sale

La trasmissione del calore avviene generalmente in due modi: per convezione e/o per irraggiamento.

IL caminetto tradizionale a legna riscalda per irraggiamento: La combustione richiama aria fresca dalla presa d’aria esterna e dall’ambiente, che però poi esce dalla canna fumaria.
L’aria calda, infatti, non viene immessa nella stanza direttamente dal camino, altrimenti avremmo in casa anche il fumo.

camino tradizionale
BKBF -B

QUINDI COME FA A SCALDARE L’AMBIENTE?

Dal camino escono radiazioni infrarosse, che colpendo le superfici del locale le riscaldano e che a loro volta riscaldano l’aria, ma, dal camino, l’aria calda non esce.

Nel caminetto a bioetanolo, invece, non essendoci una canna fumaria, l’aria che viene riscaldata dal fuoco esce, a temperatura notevole, dalla parte superiore del camino, all’interno dell’ambiente e, per il concetto evidenziato prima, sale immediatamente verso l’alto, lambendo la parete verticale.

Per il principio di convezione, quindi, riscalda tutto ciò che si trova su di essa e se c’è una TV la danneggia irreparabilmente.

Per questo motivo è necessario frapporre tra il camino e la TV un ostacolo che sposti in avanti il flusso d’aria calda oltre l’ingombro della stessa.

Questo ostacolo si può ottenere in diversi modi:

  • NICCHIA | Arretrando la TV rispetto al filo parete e quindi incassandola in una nicchia
  • MENSOLA | Posizionando una mensola in materiale ignifugo tra il camino e la TV
  • SALVA-TV | Installando il nostro deflettore Salva-TV. (Clicca qui per i dettagli)

La mensola o il Deflettore Salva-TV devono essere dimensionati in base alla grandezza del televisore, più che del camino.

Si raccomanda che la mensola/deflettore siano:

  • Più larghi di 20 cm per ogni lato rispetto alla TV
  • Posizionati subito sotto alla TV o alla Soundbar, se presente
  • Installati ad una distanza dal camino di 20/30 cm

CONVEZIONE E IRRAGGIAMENTO, IN SINTESI, PER CHI NON SI ACCONTENTA:

La convezione sfrutta il fenomeno per cui un fluido (acqua, aria, ecc…), quando riscaldato, si dilata e sale verso l’alto richiamando l’afflusso in basso di fluido più fresco.

Esempi sono: la pentola dell’acqua, la mongolfiera, il termosifone e qualsiasi sistema di riscaldamento che preveda il riscaldamento dell’aria.

Il difetto classico è avere aria molto più calda vicino al soffitto che non sul pavimento, a meno di avere un ricircolo forzato dell’aria calda dall’alto verso il basso oppure un riscaldamento a pavimento.

Mongolfiera

L’irraggiamento avviene tramite onde elettromagnetiche, emesse da una sorgente, che si trasformano in calore quando colpiscono una superficie.
Queste onde riscaldano l’aria che attraversano solo in minima parte e viaggiano in modo rettilineo.
Alcuni esempi sono: il sole, o meglio la componente di raggi infrarossi della sua luce, la luce di un fuoco vivo, i riscaldatori a infrarossi che si trovano a volte all’esterno di locali pubblici.
Il difetto classico è avere la parte del corpo colpita dalla radiazione calda e l’altra parte fredda, al cessare dell’emissione (basta uno schermo) cessa istantaneamente anche l’effetto calorifico.

Per chi avesse piacere di approfondire ulteriormente:

https://it.wikipedia.org/wiki/Convezione
https://it.wikipedia.org/wiki/Irraggiamento